Dove e quando

  Knowledge Area

  08.06.2018

  17:00 - 19:00

Descrizione dell’evento

Giornata dedicata al tema della città alla riqualifica e trasformazione degli spazi in abbandono o sottoutilizzati attraverso eventi temporanei, progetti a lungo termine, iniziative culturali.
Dal concetto di riuso a quello di bene comune. Condivisione di intenzioni, progetti ed esperienze nell’immaginario della città.

Interventi a cura di:

  • Associazione Planimetrie Culturali (BO)
  • Kcity (MI)
  • Annalisa Pecoriello (FI)
  • Tamalacà (Valentina Talu e Roberta Giudo) (SS)

Associazione Planimetrie Culturali

Werther Albertazzi – Attivatore Territoriale
Consulente formatore della rigenerazione c/o Politecnico di Milano e Università Mediterranea di reggio Calabria
Presidente dell’ Associazione Planimetrie Culturali

Piergiorgio Rocchi – Architetto urbanista
Sostenitore dei processi partecipativi consulente tecnico di Planimetrie Culturali

Links

Valentina Talu per Talamacà

Dottore di ricerca in Tecnica e Pianificazione Urbanistica e assegnista di ricerca e docente a contratto presso il Dipartimento di Architettura, Design, Urbanistica di Alghero dell’Università di Sassari.
CEO di Tamalacà Srl, spin-off sostenuta dall’Università di Sassari.
Roberta Guido: Dottore di ricerca in Tecnica e Pianificazione Urbanistica presso il Dipartimento di Architettura, Design, Urbanistica di Alghero dell’Università di Sassari.
Senior consultant presso Tamalacà.

Links

Anna Lisa Pecoriello per Civism Beni Comuni

Sono una architetta esperta in gestione di processi partecipativi, mi è capitato nel 2015 di facilitare un processo finanziato dall’autorità regionale toscana della partecipazione (Lr 46/2013( sulla condivisione come strumento per la creazione di benessere collettvo. Da qui è nata una mappatura di esperienze di gestione condivisa dello spazio pubblico (che ho proseguito come ricerca universitaria) e un Forum cittadino sui Beni Comuni che raccoglie molte delle organizzazioni attive sul tema.

Illustrerò le esperienze fiorentine che si raccolgono intorno al Forum beni comuni (da Mondeggi alle Piagge, dai giardini a gestione condivisa come Nidiaci, Carraia, San Jacopino e altri fino alle organizzazioni dei “public space makers”, passando per autocostruttori, neocomunità urbane, gruppi di cittadini attivi contro l’alienazione di beni comuni etc… ). Il Forum ha prodotto anche 7 punti della piattaforma Firenze Bene Comune durante il percorso partecipativo volontario avviato nel 2016 quando si è autocostuito come soggetto informale che continua ancora adesso ad analizzare i principali nodi emersi: quale economia nei beni comuni, quale rapporto con le istituzioni, quali regole per lo spazio pubblico, quali procedure innovative per il riconoscimento delle esperienze di gestione dei beni comuni, quali strumenti per opporsi alle alienazioni.

Links

Paolo Cottino e Dario Domante per K-City

KCity si occupa di ideare, programmare e attuare iniziative di rigenerazione urbana, secondo un approccio strategico attento alla valorizzazione delle risorse e all’integrazione degli interessi in campo. Sviluppa piani e progetti secondo logiche e metodi in base ai quali la qualità e la fattibilità delle trasformazioni urbane dipende dalla capacità di costruire scenari di sviluppo capaci di mobilitare le risorse locali e di integrare tra loro obiettivi di attori pubblici, privati e sociali.

Giornata dedicata al tema della città alla riqualifica e trasformazione degli spazi in abbandono o sottoutilizzati attraverso eventi temporanei, progetti a lungo termine, iniziative culturali. Dal concetto di riuso a quello di bene comune. Condivisione di intenzioni, progetti ed esperienze nell’immaginario della città.

Links